Come rimuovere virus Polizia di Stato



Rimuovere Virus della Polizia di Stato

Virus della Polizia di Stato

Il virus della Polizia di Stato è un TRUFFA

Conoscete i virus ransomware? Si tratta di infezioni malware che hanno la peculiarità di radicarsi nel sistema operativo del vostro computer interagendo e inibendo alcune delle sue funzionalità, modificando le impostazioni e in casi più gravi bloccandone l’accesso.

Il cosiddetto virus della Polozia di Stato è proprio questo. Attraverso questa infezione, il virus è in grado di fornire messaggi ad ogni avvio allarmando l’utente con comunicazioni di blocco della macchina da parte di corpi di polizia, organi di sicurezza e simili.
Bisogna ammettere che questo tipo di malware è molto conosciuto ma nonostante ciò è ancora in grado – facendo leva sulla sfera emotiva – di allarmare le vittime provocando paura, sgomento e danni economici.

Come si presenta il virus

Un bel giorno avviate il vostro computer e vedete un messaggio agghiacciante come potete notare qui sotto:

Polizia di Stato il vostro computer è stato bloccato

Messaggio Polizia di Stato

Siete spaventati? Mi pare normale. La comunicazione che vedrete porterà con sé accuse a voi rivolte in merito all’utilizzo di musica pirata, video, software o la visione di materiale pornografico, etc… Beh sappiate che in realtà non è nulla di grave, o meglio non è ciò che pensate.

Arrivati a questo punto devo darvi una buona e una cattiva notizia:

BUONA NOTIZIA: nessun organo di polizia o di sicurezza vi ha segnalato come malfattore.

BRUTTA NOTIZIA: si tratta di un virus.

Non preoccupatevi, in seguito vedremo come è facile debellarlo.

 

Un malware che si presenta in varie forme

Abbiamo visto un tipo di messaggio, quello appunto della Polizia di Stato ma in realtà non è il solo, questa tecnica viene utilizzata sotto varie forme, ad esempio:

  • Guardia di Finanza
  • Polizia Postale
  • Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche (CNAIPIC)
  • Polizia Penitenziaria
  • SIAE
  • e molti altri…

Pensate che basti? In realtà questa truffa non ha confini, ogni Paese ha la sua e i suoi messaggi intimidatori sono modellati a seconda delle forze dell’ordine e degli organi vigenti. Eccone un esempio oltre confine:

Schermata Virus FBI

Schermata Virus FBI

 

Non pagate assolutamente i 50 o i 100 euro richiesti!

Ed ecco il vero giochetto dei creatori di questo virus. Facendo leva sulla paura, da un lato di essere controllati dalla polizia e dall’altro di non poter più utilizzare il vostro computer per lavorare, la richiesta di un pagamento di una multa di 100 euro entro le prossime 72 ore nel caso della Polizia di stato e 50 per il virus SIAE, per il ripristino dell’intero sistema operativo. NON AZZARDATEVI A PAGARE UN SOLO CENTESIMO: SI TRATTA DI UNA TRUFFA!

Pagamenti tramite servizi Ukash

Per raccimulare denaro attraverso la truffa delle multe, i criminali informatici utilizzano servizi per carte prepagate come Ukash. Ukash è un normale e legittimo sistema di trasferimetno di denaro che non ha nulla a che fare con il malware in sé ma è tuttavia preferito dai creatori di questo tipo di virus in quanto il monitoraggio può risultare molto complicato da parte delle autorità.

 

Guide per la rimozione del virus

Concentriamoi a questo punto sull’eliminazione definitiva del virus della Polizia di Stato e affini dal nostro computer. Di seguito verranno elencate le varie tecniche utili al nostro scopo.

  1. Come eliminare il virus Polizia Postale con modalità provvisoria
  2. Come eliminare il virus della Polizia di Stato senza modalità provvisoria
  3. Come eliminare il virus Polizia di Stato con Combofix e modalità provvisoria